Manfredi Greco - Ing. Antonelli Antonio

Lo Studio Antonelli-Greco, è stato attivo in Roma dal 1965 al 1994. Nato dalla collaborazione professionale tra l’ing. Antonio Antonelli e l’Arch. Prof. Manfredi Greco, si è distinto per la specializzazione nel campo dell’edilizia industriale e direzionale, impianti sportivi, palestre, ristrutturazioni, residenze ed abitazioni private, oltre a numerosi arredamenti. Le realizzazioni nate dal loro sodalizio sono caratterizzate dalla ricerca di organismi funzionali basati su sistemi modulari, disegnati per essere assemblati, usando, oltre al cemento armato, materiali innovativi, quali l’acciaio, il rame e l’alluminio, sfruttando la trasparenza del vetro. Durante la loro attività hanno ricevuto diversi premi e riconoscimenti.

Tra le opere più significative si citano:

Padiglione Italiano programmato dal prof. Bruno Zevi per l’Esposizione Universale di Montreal in Canada.

  • Sede dell’Istituto per il Commercio Estero a Roma-Eur;

  • Edifici direzionali per la società STET a Roma ;

  • Centrali telefoniche centri elaborazione dati per la Sip a Roma;

  • Stabilimento per la Sirti , in via del Maggiolino;

  • Centro elaborazione dati per l’Italcable a Roma-Acilia;

  • Complesso Cassiopea per la Seat , a Pomezia (Roma);

  • Stabilimento per la Sirti a Milano;

  • Uffici e laboratori dell’Ags Ates ad Agrate Brianza (Milano);

  • Complesso di laboratori Siemens a Settimo Milanese (Milano), comprensorio di;

  • Centro  telecomunicazioni Italcable a Palermo;

  • Scuola Superiore “Guglielmo Reiss Romoli” a Coppito (AQ).

L’arch. Manfredi Greco è stato impegnato nel campo della docenza universitaria fin dalla fine degli anni cinquanta, dapprima come assistente volontario e poi dal 1981 come Professore Associato di Progettazione Architettonica presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Dal 1989 al 1992 è nominato Architecte d’operation dell’Accademia di Francia a Roma, Villa Medici, per incarico del Ministere de la Culture, de la Comunication  des Grands Travaux et du Bicentenaire.

 Ha inoltre pubblicato ed è citato su alcune tra le principali riviste di architettura :“Casabella”, “L’Architettura. Cronache e Storia”, “Detail”, “L’Industria delle Costruzioni” e testi specialistici tra cui  il “Catalogo Bollaffi dell’Architettura Italiana”, “Architettura Pratica” di P. Carbonara, “Bollettino del Dipartimento di Progettazione Architettonica e Urbana dell’Università di Roma”, “La Sapienza”.


Progetti realizzati con noi