Prima dell’intervento qui rappresentato, l’area compresa fra Via Giustiniano Imperatore e Via di Villa Lucina ospitava alcuni palazzi costruiti con fondazioni inidonee e demoliti a cura del Comune di Roma. Lo stesso ente ha poi previsto l’intervento, in via di completamento da parte della Sac, in A.T.I. con Italiana Costruzioni S.p.A., Stile Costruzioni S.p.A. e Dicos S.p.A., per il risanamento dell’intera area, con costruzione di nuovi fabbricati per abitazione, parzialmente destinati ai proprietari degli immobili demoliti, nonché a locali commerciali e alla nuova piscina comunale, in sostituzione dell’esistente, ormai in parte fatiscente, benché ancora in uso. È stata inoltre commissionata la riqualificazione, con nuovo disegno, dell’intera Via di Villa Lucina e dell’area a verde intorno ai nuovi fabbricati, compresa la nuova impiantistica a corredo. L’intervento è stato progettato dallo Studio ABDR Architetti Associati di Roma. Particolari le facciate dei fabbricati abitativi con murature di mattoni a faccia vista di diverso colore e montati “a sorella”, che hanno richiesto un attento studio finalizzato alla realizzazione di pareti le cui dimensioni fossero congruenti con i moduli dei mattoni. Complesse pure le strutture portanti, che hanno visto la realizzazione di fondazioni speciali con pali di grande diametro e profondità rilevante, paratie in c.a. per la realizzazione degli interrati destinati a garage e strutture in elevazione con utilizzo di armature di precompressione realizzate in opera per il grande solettone di copertura del piano terra, da cui spiccano le strutture verticali dei piani superiori assai più fitte di quelle sottostanti.