L’intervento di ristrutturazione e restauro degli spazi espositivi del complesso di Santa Caterina, del XIV secolo, è stato realizzato dalla SAC negli anni fra il 2001 ed il 2003. I lavori, che hanno compreso anche la creazione di vani di collegamento con una sala ipogea altrimenti isolata, hanno consentito l’apertura al pubblico di un’area museale che al suo interno ospita alcuni tra i capolavori assoluti dell’affresco italiano del tempo (fra gli altri: storie di Sant’Orsola di Tomaso da Modena) e parte considerevole del patrimonio archeologico del comune di Treviso.